DIAGNOSI MUFFE

E’ quell’attività diagnostica che permette di comprendere le cause della formazione e proliferazione delle muffe negli ambienti abitativi.

La comparsa di muffa all’interno dell’involucro edilizio è una delle patologie più dannose che colpisce chi vive o utilizza certi ambienti.

La causa spesso non è una sola ma la somma di diversi fattori che in combinazione determinano le condizioni favorevoli per la proliferazione di questi microorganismi. 

 

Quali le principali cause:

 

Umidità

L’umidità presente nell’aria ambiente e quella contenuta all’interno dei materiali da costruzione è uno dei fattori che più influenza questa patologia.

Livelli di umidità elevati sono in grado di influenzare negativamente la salubrità dell’aria all’interno di un ambiente e la prestazione termica dei materiali da costruzione causandone anche il degrado estetico e funzionale.

Generalmente i livelli di umidità in un ambiente dovrebbero attestarsi al di sotto del 60-65% di U.R. poiché già a partire dal 70% di U.R. inizia l’attività biologica delle muffe e diventa significativa all’80%.

 

Dispersione termica

Un altro fattore importante è la mancanza di un ideale confort termico per presenza di zone più fredde (generalmente 5 °C sotto la temperatura dell’aria) per eccessiva dispersione termica (mancanza di adeguato isolamento termico).

 

Ricambi d’aria 

 

 

Scarsa illuminazione solare

 

 

Natura delle superfici 

 

 

Cosa permette di fare:

 

 

Da una precisa analisi si può stabilire quali interventi correttivi effettuare per l’eliminazione del fenomeno di disturbo (muffa e condense) evitando di effettuare inutili e costosi interventi che spesso non risolvono il problema in maniera definitiva.

L’indagine diagnostica in questo caso si articola in una parte analitica e in una in cui vengono effettuate acquisizioni strumentali.

Termografia muffa
IMG_8581
IMG_4638
IMG_4627
IMG_4624
IMG_4608
IMG_4622
Bagno muffa
IMG_20181211_114010